Fin dalla sua nascita nel 1920, la storia di Mazda è stata costellata dal superamento di sfide. La casa automobilistica condivide la natura tenace del popolo di Hiroshima, la sua città natale. Risorgendo dalle ceneri della seconda guerra mondiale, Mazda divenne – e lo è rimasta per decenni – l’unico costruttore al mondo ad aver costruito con successo vetture mosse dal motore rotativo. E’ solo uno degli esempi dell’approccio visionario della azienda giappionese e dello spirito di sfida alle convenzioni così profondamente radicato nel suo DNA.

2015_mazda6_action_7Sfidare le convenzioni vuol dire essere fuori dal coro. Questo approccio richiede grande creatività e il coraggio di andare contro corrente. Mazda lo fa tutti i giorni, e ha un immenso rispetto per chi condivide questo stesso atteggiamento. Questo è il motivo per cui la casa automobilistica ha istituito una comunità Mazda chiamata “Ribelli con una causa” (www.mazdarebels.com), una piattaforma di incontro per chi vuole sfidare le convenzioni  per condividere idee ed esperienze a sostegno di persone e progetti che si aspirano a fare del mondo un posto migliore.

Il core business di Mazda è quello di costruire automobili belle e innovative, cosa che fa con grandissima passione. Ma Mazda crede anche nella realizzazione di un futuro migliore, che va ben oltre le automobili.

Condividere l’ispirazione: Premio Mazda Mazda Make Things Better
Una delle iniziative della Casa d’Hiroshima volte a promuovere idee innovative provenienti da giovani menti creative è il Premio Mazda Make Things Better. Lanciato nel 2013 durante il programma Youth Summit ospitato da Mazda al Vertice Mon2015_02_26-mazda-brera-design-district_low-61diale del Nobel per la Pace, il cui premio di € 10.000 è stato assegnato al progetto che ha inventato l’uso più creativo dei moderni strumenti di advocacy con l’obiettivo di fare la differenza nel mondo. Il primo vincitore è stato Antti Junkkari, uno studente di medicina finlandese il cui programma Radio interattivo in Africa aveva come focus la sensibilizzazione degli ascoltatori sui pericoli della violenza armata. Il vincitore della seconda edizione del premio, che è partito nello scorso mese di dicembre, sarà annunciato ad Aprile.

Sostenere i giovani creativi va di pari passo con la passione di Mazda per i progetti interdisciplinari – un desiderio che nasce da una forte convinzione nella ricerca fuori dagli schemi strettamente automotive e nell’esplorare nuovi percorsi. Questa convinzione, cruciale per il successo del suo spirito challenge, ha portato Mazda a sperimentare in altri campi, applicando e trasferendo ad esempio il tema stilistico KODO – Soul of Motion che definisce la sua nuova generazione di veicoli,  a settori come la moda e l’arredamento.

La filosofia di design Mazda: oltre le automobili
2015_02_26-mazda-brera-design-district_low-116Suggerire piuttosto che gridare, svelare in maniera sottile piuttosto che ostentare sfacciatamente: KODO stimola l’immaginazione rispettando l’essenza dei materiali e la qualità della produzione, con una cura quasi maniacale per i dettagli. Nello sviluppare e portare avanti l’espressione dinamica di KODO, i designer  Mazda si sono concentrati sulla forza, bellezza e tensione che si trovano nei movimenti istintivi degli animali in natura. Il risultato è così pieno di vitalità che coinvolge  tutti i sensi. .

Oltre ad aggiudicarsi numerosi riconoscimenti per il design delle sue auto, Mazda ha anche intrapreso un percorso di sperimentazione del design KODO in altri ambiti. Uno dei primi prodotti è stato un complemento di arredo stilisticamente molto provocatorio, una sedia chiamata appunto KODO Chair. Come le vetture Mazda, anche questo oggetto esprime chiaramente il movimento – nonostante sia qualcosa di statico. E come le vetture, la futuristica KODO chair trasmette anche la cura del dettaglio che i suoi progettisti intendono  come il vero senso del Giappone. 

KODO per l’arredamento e la moda
La KODO Chair fa parte di una più ampia collezione di design Mazda che verrà presentata ad Aprile durante la Settimana Milanese del Design presso il  Mazda Design Space. La collezione comprende anche i risultati di una rivoluzionaria incursione di Mazda nel mondo della moda con un progetto sviluppato in collaborazione con Vogue Italia.

mazda_2013_kodo_chair_image_01__jpg300Trattandosi di un settore che esalta l’armonia e proporzioni perfette, la moda è uno sbocco naturale per l’approccio stilistico KODO. Coerentemente con il suo atteggiamento all’avanguardia e con l’approccio che Mazda sta prendendo anche in altri settori, l’azienda si è interessata ad una giovane generazione di stilisti di vedute originali e a brand emergenti.

La scelta è caduta sul designer giapponese Yasutoshi Ezumi e “COMEFORBREAKFAST”, un marchio ideato dal duo della moda italiana  Antonio Romano e Francesco Alagna. L’idea era quella di creare simbolicamente un ponte tra Oriente e Occidente, due scuole che avvicinano il design e la bellezza in modo diverso, ma per certi aspetti allo stesso tempo sono molto simili.  Ad esempio, condividono entrambe la passione per i dettagli e l’armonia di forme, materiali e colori.

Il Giappone incontra l’Italia: Mazda Design Space
Per quanto riguarda le creazioni di questi designer, Ezumi  ha messo a punto un abito che fa un uso innovativo sia dei colori che dei materiali – legno, pelle e poliestere – a simboleggiare la ricerca di forme naturali perfettamente sintetizzate – una soluzione ideale in accordo con la filosofia stilistica KODO. Romano e Alagna, nel frattempo, uniscono sapientemente il concetto di design di Mazda con lo stile “COMEFORBREAKFAST” , il tutto concentrato in un abito nero asimmetrico oversize, volto a creare un effetto tridimensionale molto intrigante. Entrambe queste realizzazioni dimostrano quanto bene il KODO si possa tradurre in moda, e di quanto Mazda possa rappresentare una vera e propria fonte d’ispirazione.

Mazda2_2014_action_5__jpg300“E’ straordinario vedere ciò che è possibile realizzare quando si fondono  queste due idee così diverse di bellezza, design e cultura insieme all’approccio stilistico KODO”, dice Kevin Rice, Direttore Europeo design Mazda. “Mazda è mossa da una passione per l’arte e per la bellezza in tutti i campi del design, e questo è ciò che ci spinge a collaborare con designer e artigiani provenienti sia dal Giappone che dall’Italia.”

Ed è per questo, aggiunge, che Mazda ha creato Mazda Design Space in Brera a Milano, un luogo dove si respira arte e cultura. La Casa automobilistica ospiterà diversi eventi di design e di moda presso la sede (Via San Carpoforo, 9), fino al Salone del Mobile in aprile.

Redazione MotoriNoLimits